Un importante lavoro di manutenzione per qualsiasi tagliasiepi: l’arrotatura della lama

L’arrotatura della lama è una procedura di manutenzione ordinaria fondamentale per il buon funzionamento e l’efficienza di ogni tagliasiepi, in quanto solo lame perfettamente affilate possono regalare alle nostre amate creature verdi la forma da noi desiderata e garantirne il mantenimento delle caratteristiche estetiche e biologiche. Il primo passo da eseguire per l’affilatura è la rimozione delle lame, al fine di evitare ogni possibile danno al tagliasiepi. Generalmente ogni macchina è dotata di due lame sovrapposte fissate mediante dadi o bulloni alla barra di taglio. Una volta rimosse, le lame devono essere fissate a una morsa e affilate quindi separatamente utilizzando una lima o una cote. L’arrotatura mediante lima si esegue impugnando saldamente le due estremità della stessa e passandola in maniera omogenea sui denti della lama. Le lime più adatte a questo lavoro sono quelle piatte e a grana fina, ideali per le superfici ferrose. La stessa procedura è richiesta se si decide di utilizzare la cote, una pietra naturale o sintetica dalle spiccate proprietà affilanti. Vivamente sconsigliate per l’arrotatura, invece, sono la smerigliatrice dremel e la mola da banco, in quanto la prima può essere causa di una eccessiva rimozione del materiale della lama e la seconda può provocare un rimodellamento difettoso dei denti della stessa. Bisogna effettuare l’arrotatura anche alle estremità della lama fissate alla barra di taglio, in modo da garantire una distribuzione di peso uniforme su tutta la superficie della lama stessa ed evitare così che si spezzi durante l’utilizzo. Si consiglia di verificare sempre con un bilanciere se entrambe le estremità della lama hanno lo stesso peso. Una volta completata l’arrotatura, non rimane altro che riposizionare le lame al tagliasiepi rifissandole in maniera corretta